Attn! Always use a VPN when RSSing!
Your IP adress is . Country:
Your ISP blocks content and issues fines based on your location. Hide your IP address with a VPN!
Bonus: No download restrictions, fines or annoying ads with any VPN Purchased!
Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)

More Channels


Channel Catalog


Channel Description:

Rivista di studi Geopolitici

(Page 1) | 2 | 3 | 4 | newer

    0 0

    Che la prorompente ascesa di svariati paesi abbia assestato un duro colpo all’assetto mondiale incardinato sull’unipolarismo statunitense è un fatto che pochi oseranno contestare. La resurrezione della Russia sotto l’autoritaria egida di Putin affiancata all’affermazione della Cina al rango di grande potenza costituiscono i due principali fattori destabilizzanti in grado di ridisegnare i rapporti di […]

    0 0

    Per la prima volta la Polonia ha assunto la guida dell'Unione Europea: un momento storico che rappresenta l'opportunità per Varsavia di costruire le basi per un ruolo più influente a livello internazionale e per Bruxelles di trarre nuova linfa vitale da un Paese giovane, stabile e in rapido sviluppo. Il tempo a disposizione e l’effettivo peso della Polonia in ambito comunitario rischiano però di rendere questa sfida più difficile del previsto.

    0 0

    Postmodern Imperialism. Geopolitics and the Great Games, un’analisi affascinante e radicalmente nuova dell’offensiva imperialista che ha prima travolto il mondo, in ondate successive fra il XIX e XX secolo, e che sta oggi volgendo precipitosamente al termine.

    0 0

    http://dergachev.ru/Landscapes-of-life/Italy/index.html Ландшафты жизни. Путь итальянцев Владимир Дергачев 15.07.2011 Итальянская Республика  является членом Евросоюза, НАТО и входит в клуб высокоразвитых государств «Большая семерка». В 2010 году  ВВП Италии составил свыше  $2 трлн по валютном курсу (7-е место в мире) и на душу населения — 33,8 тыс. (22 место).  В 1990 году российский ВВП был в два […]

    0 0

    Se Breivik ha un nemico, l’islam, ha anche un amico – immaginario, perché non sembra ci siano stati grandi contatti diretti –: il mondo ebraico, che considera il più sicuro baluardo anti-musulmano. Il terrorista mostra un vero culto per lo Stato d’Israele e per le sue forze militari, cui corrisponde una viva avversione per il nazismo. «Se c’è una figura che odio – scrive – è Adolf Hitler [1889-1945»: e fantastica di viaggi nel tempo per andare nel passato e ucciderlo.

    0 0

    L’inversione finanziaria del governo rivoluzionario egiziano, che dapprima ha richiesto e poi rifiutato un prestito del FMI da 3 miliardi di $, evidenzia le difficili scelte dell’Egitto in questo momento della rivoluzione ma si tratta di un segnale positivo. L’Alto Consiglio delle Forze Armate, il governo de facto in Egitto, non è rimasto colpito dalle assicurazioni che il prestito fosse “incondizionato” e il Generale Sameh Sadeq ha detto al governo di cancellare il prestito, con le sue “cinque condizioni che andavano completamente contro i principi della sovranità nazionale”.

    0 0

    Fonte: “Megachip”   Piccolo ma significativo esempio di come le notizie importanti non vengono date o, quando vengono date, sono nascoste in modo che non si vedano. Per esempio non mi risulta che alcun giornale italiano, per non parlare dei telegiornali, abbia dato rilievo alle cose che seguono. Recentemente il WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio […]

    0 0

    Dipendenti dagli approvvigionamenti di idrocarburi provenienti dalla Russia, i paesi dell’Europa Orientale si sono sentiti sotto scacco per parecchi anni dalla fine della Guerra fredda. Con la scoperta di immensi giacimenti di gas non convenzionale estraibile tramite la frattura idraulica di scisti, alcuni paesi celebrano con euforia la fine della dipendenza energetica – e politica – da Mosca. Probabilmente tali festeggiamenti, dei quali beneficia anche il mercato finanziario dell’energia e il flusso di investimenti esteri, sono giustificati più da auspici che da certezze.

    0 0

    Con l’invio della polizia e il blocco forzato delle frontiere il Kosovo vuole ”provocare il popolo serbo”: e’ quanto aveva affermato nei giorni scorsi il negoziatore di Belgrado nel dialogo con Pristina, Borko Stefanovic. ”Si e’ trattato di un’azione pianificata e organizzata che ha avuto come obiettivo di provocare il popolo serbo che vive nel […]

    0 0

    Miguel Ángel Barrios Perón Y El Peronismo En El Sistema-mundo Del Siglo XXI Editorial BIBLOS, Buenos Aires 2008 ISBN: 9789507866678 Frente al desafío del tercer milenio, bueno es volver a prestar oídos a aquellos líderes que con su pensamiento y con su acción nos han dejado enseñanzas en las que aún hoy podemos abrevar, no […]

    0 0

    Il 2011 cominciava con la cosiddetta “Primavera Araba”, fenomeno sociale scaturito dall’influenza mondiale che, oltre alle sue ragioni interne ed esterne, dove si combina l’aumento del cibo, le reti sociali e i giovani, l’interesse imperiale per il petrolio e altre varianti geopolitiche, indica in modo schiacciante che le repubbliche totalitarie o monarchie tributarie d’Occidente, inventate […]

    0 0

    Sebbene considerata un fenomeno omogeneo, la celebre "primavera araba" possiede molteplici sfaccettature che variano notevolmente a seconda dei contesti di origine. Non esiste, pertanto, una primavera araba, piuttosto esistono diversi movimenti di protesta che acquisiscono delle peculiarità proprie ed autentiche rispetto a date circostanze. Questa considerazione è di estrema importanza per comprendere ciò che accade oggi nel mondo arabo e per vagliare con cautela la raffica di informazioni che quotidianamente giunge fino a noi. Pertanto, sarebbe bene considerare la congiuntura politica della Siria attraverso una chiave di lettura che collochi il paese in un complesso gioco di intrecci e dinamiche internazionali.

    0 0

    Alla luce del recente conflitto civile in Costa d’Avorio, risulta interessante analizzare quali sono i rapporti storici ed attuali che intercorrono tra Parigi e la sua ex colonia africana. Tale rapporto è altresì utile non solo a comprendere meglio le attuali visioni geopolitiche di Parigi, che vuol mantenere la propria presenza in Africa per salvaguardare i profitti delle proprie multinazionali attive nelle ex colonie, ma anche ad avere una visione più chiara dello scenario regionale africano e di quello mondiale.

    0 0
  • 07/30/11--04:59: Alleati a ribasso
  • Lo scorso 2 maggio l’operazione Geronimo condotta segretamente dall’intelligence statunitense nei pressi di Abbottabad (Pakistan) ha portato alla cattura e uccisione del ricercatissimo leader di Al Qaida, Osama Bin Laden. L’operazione ha avuto un grande eco a livello internazionale risollevando per un po’ gli indici di gradimento del Presidente statunitense Barack Obama, in netta discesa […]

    0 0

    Tra i ghiacci del Mar Glaciale Artico si sta giocando una partita geopolitica molto importante. La corsa agli approvvigionamenti energetici passa per il Polo Nord, la cui calotta è contesa tra gli Stati che vi si affacciano. Le stime prevedono riserve molto ricche di idrocarburi, ma al tempo stesso ammoniscono del rischio ambientale e delle difficoltà tecnologiche per esplorazione e produzione di petrolio e gas. L’energia è ancora una volta il motore per il dialogo diplomatico tra paesi, più lontani in termini politici che in termini geografici. Il giacimento di Shtokman e gli instabili dialoghi tra British Petroleum e Rosneft ne sono prova.

    0 0

    Questo saggio di Marco Costa ci presenta il quadro storico dei rapporti intercorsi tra autorità religiosa e potere politico nella Russia del Novecento.

    0 0

    Uno dei più attenti e lucidi osservatori dell'inarrestabile crescita economica statunitense scaturita dalla Rivoluzione Americana fu senza ombra di dubbio lo studioso tedesco Friedrich List. List insegna a comprendere come l’unipolarismo imperniato sugli Stati Uniti abbia prodotto numerosi attriti tra gruppi di dominanti che hanno aperto una serie di faglie spesso coincidenti con i confini delle singole nazioni. L’odierna fase capitalistica consacra infatti il ruolo centrale dello Stato, unica entità in grado di attingere alle proprie risorse per ergersi a punta di lancia delle forze strategiche garanti degli interessi corrispondenti a quelli nazionali.

    0 0

    Notti e giorni di angoscia a Tripoli 24 agosto 14:30 Contrariamente a quanto riportato dalla Cnn, non sono le forze lealiste  che avrebbero impedito ai giornalisti di uscire. Dal 21 agosto l’Hotel Rixos è circondato dalle forze ribelli sotto il comando della NATO. I 35-40 giornalisti (tra cui Thierry Meyssan e Madhi Darius Nazemroaya, n.d.t.) […]

    0 0

    Fonte:  http://www.newsland.ru/news/detail/id/765659/?utm_medium=twitter&utm_source=Newsland 24 agosto Russia, Cina, Brasile e India saranno invitate a partecipare alla conferenza internazionale degli “Amici della Libia” che si terrà a Parigi il 1° settembre, ha detto il presidente francese Nicolas Sarkozy. “Questo incontro va ben al di là del gruppo di contatto. Abbiamo intenzione di invitare (a prendervi parte) i nostri […]

    0 0

    Messaggio di Thierry Meyssan da Tripoli (0re 21:47 del 24 agosto 2011) Thierry Meyssan fondatore del sito indipendente Réseau Voltaire   ci ha inviato un messaggio confermando l’evacuzione  dall’ Hotel Rixos a cura della CRI;   a mezzogiorno dovrebbe – insieme ad altri giornalisti – essere imbarcato per Malta per il tramite dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. […]

(Page 1) | 2 | 3 | 4 | newer